LA BATTAGLIA DI CECINA

Bombardamenti Operazione Strangolamento Episodio del Tiger Presentazione Testimonianze Testimonianze Betti Home Page

Dal nord africa, il 10 luglio 1943 gli Alleati sbarcarono in Sicilia, con il duplice scopo di liberare l'Italia dai nazi-fascisti e, soprattutto, di lanciare l'offensiva finale contro Berlino, tentando una riconquista dell'Europa da sud. Gli anglo-americani risalirono la penisola in modo agevole, fino a Cassino, dove passava la LINEA GUSTAV. La LINEA GUSTAV era quasi impossibile da penetrare, tanto era difesa e rifornita in modo efficiente. A quel punto, la 5 Armata U.S.A. e l'8 Britannica escogitarono di aggirarla, sbarcandole alle spalle. Lo sbarco di Anzio (4 giugno 1944) fu un'impresa disastrosa per gli Alleati, che dovettero cambiare tattica d'offensiva. Ad Anzio ci fu una vera e propria carneficina : al momento dello sbarco, gli anglo-americani furono accerchiati da centinaia di tedeschi, che li massacrarono. Dopo quella sconfitta, gli Alleati attuarono un altro piano detto "OPERATION STRANGLE", l' Operazione Strangolamento. Sfruttando la loro supremazia aerea, l'Inghilterra e gli U.S.A. escogitarono di bombardare in modo massiccio tutte le linee di rifornimento, sia bellico che militare, che rifornivano la Linea Gustav, come ponti, strade, ferrovie, aeroporti, ecc. E grazie anche alla debolezza della LUFTWAFFEN (l'Aviazione tedesca) e alla potenza della R.A.F. e dell' U.S. Air Force, la potente Linea Gustav cadde, dando una svolta decisiva alla liberazione dell'Italia e alla vittoria della guerra da parte Alleata. 
Sulla Linea Gustav si trovava, purtroppo, l'antica Abbazia benedettina di Montecassino, che venne completamente distrutta dai bombardamenti americani. 

Il logo dell'Operation Strangle

        

L'abbazia di Montecassino